♠
clicca sull'immagine per la dimensione parallela

sabato 1 ottobre 2016

.





4 gatti ---> 4





4 gatti ---> 3





4 gatti ---> 2





4 gatti ---> 1





good night skeletons & skulls! (Winston Churchill)




L’ottimista
vede
opportunità
in
ogni
pericolo,
il
pessimista
vede
pericolo
in
ogni
opportunità

: :  Winston Churchill  : :


. . .



venerdì 30 settembre 2016

.






Ritratto di Akhenaton



Ritratto di Akhenaton (ca. 1348 a.C.)
Scultura di pietra calcarea - Museo Egizio, Il Cairo



Erich Heckel



Erich Heckel - Dead Pierrot (1914)



.





Alfred Eisenstaedt






Tierno Beauregard





Kim Cogan [Korean, b. 1977, based San Francisco, USA]



Kim Cogan - Skull Study Abstracted (2012)
Oil on Panel



Charles Dickens




Ma l'ingiustizia porta l'ingiustizia, e il combattere con le tenebre e l'essere sconfitti da esse porta necessariamente l'inizio dei combattimenti."

: :  Charles Dickens, Casa desolata  : :


. . .



La gola di Babi Jar (Udo Gümpel)


Udo Gümpel 
[giornalista e corrispondente dall'Italia per la rete televisiva tedesca Ntv del gruppo Bertelsmann]


La gola di Babi Jar, nei pressi di Kiev, 29-30 settembre 1941

"Oggi non vi parlo degli 80 anni di Silvio Berlusconi, ma di qualcosa di molto piu importante: 75 anni fa le SS e la Wehrmacht hanno ucciso a Babi Jar vicino a Kiev 33.771 ebrei, sopratutto anziani, donne e bambini. 
Furono radunati nella vallata di Babi Jar. Prima gli era stato detto che si dovevano preparare per una deportazione, e allora erano arrivati con tanti vestiti e tutti i loro averi che potevano portare.
Arrivati sul posto furono costretti a consegnare documenti e valori, si dovevano svestire completamente e furono uccisi, uno a uno, dal Sonderkommando 4a delle SS. Come raccontano i pochi superstiti e anche gli assassini presi, spesso i bambini furono lanciato da vivi nelle fosse, e per ore ancora si sentivano le grida dei feriti e sepolti vivi. 
Il massacro era stato concordato tra SS e Wehrmacht, come presunta vendetta per delle bombe a Kiev contro la Wehrmacht, in realtà le bombe erano stati messi dai servizi russi. Ma per la Germania si trattava di creare “Lebensraum”, spazio vitale, per l'espansione tedesca a est. Ci furono non pochi volontari ucraini che aituavano le SS e la Wehrmacht. 
Il numero degli uccisi è molto preciso perché le SS tenevano una perfetta contabilità della Morte, come sappiamo anche dai massacri che gli stessi tedeschi hanno compiuto in Italia, anche qui furono vittime sia delle SS, come Marzabotto e Sant'Anna di Stazzema, oppure della Wehrmacht, come San Polo di Arezzo. Le modalità di Babi Jar ritroviamo perfettamente nelle stagi in Italia, nulla era cambiato, nessun senso di pentimento ha colto gli ufficiali e la truppa che partecipava.
Il responsabile del Sonderkommando SS è stato condannato a Norimberga e fu impiccato, i responsabili della Wehrmacht che decidevano il massacro insieme ma non volevano fare il “lavoro sporco”, dicendo alle SS “dovete sparare voi, però!” non furono mai toccati. Uno degli assassini delle SS, Kurt Werner, racconta che “ho dovuto restarci la sotto nella vallata e fare questo lavoro sporco, era terribile”. 
Babi Jar era una dimostrazione di ciò che i tedeschi erano capaci: uccidere per 48 ore ininterrottamente persone, uno a uno.
Incredibile, ma non cosi lontano nel tempo. 
Dopo Babi Jar e altri massacri Heinrich Himmler decise che era meglio uccidere gli ebrei e gli altri esseri ritenuti inferiori nei Lagher di Sterminio, i KZ. Uccidere migliaia di persone uno a uno era un “lavoro sporco” anche troppo terribile per i soldati gia brutalizzati delle SS, nonostante ciò il numero degli uccisi ebrei e russi con le pallottole si stima circa in 2,5 mil, un terzo di quelli morti nei KZ, ma dopo Babi Jar si inizia nel 42 ad Auschwitz. Non dimentichiamoci: erano decine di migliaia di tedeschi gli autori materiali dell'Holocaust, che comincia con questi massacri, in modo “artigianale”, ma di massa.
Dalle mie interviste con gli assassini delle SS, responsabili dei maggiori massacri in Italia l'ho sentito direttamente, ma soprattutto dal lavoro dell’ storico Carlo Gentile sappiamo che furono episodi come questi che hanno contribuito a disumanizzare i soldati delle SS, Unterführer und Führerkorps, il corpo degli Ufficiali della 16.ma Divisione Corazzata SS, Leibstandarte Heinrich Himmler, responsabile numero uno dei massacri in Italia.
Ecco, questa è la linea rossa del terrore che lega Babi Jar e i massacri in Italia anni dopo. Gli assassini in Italia avevano imparato il loro terribile mestiere nei massacri all'Est.
Le mie considerazione non sono “storiche”, sono di bruciante attualità. Perché oggi torna lo spettro del “Haesslicher Deutscher”, il tedesco brutto, orribile. Se la leader di un partito che raccoglie il 14 % a Berlino, Frauke Petry, usa direttamente il linguaggio nazista, quello che differenzia le persone umane per “razza”, usa un aggettivo totalmente tabu, come “völkisch”, ovvero appartenente al gens germanico, al Volk, è segno di un terribile ritorno, mentre ancora oggi un 10% della popolazione tedesca ritiene che ci vuole l'uomo forte", e i posti di accoglienza per rifugiati sono oggetti di centinaia di attacchi violenti, incendiari e spari notturni.
Non parlo dei razzisti francesi, italiani, forse anche più numerosi in percentuale della popolazione, perché non sono tedeschi: è la Germania sotto Hitler che ha distrutto mezzo mondo, è la Germania che ha delle “virtù secondarie”, come li chiamava Helmut Schmidt, ovvero la terribile efficienza, che possono servire al bene, ma anche a scatenare l'inferno con una efficienza che nessun altro popolo riesce a fornire.
Principiis obsta!"


“Der Schoß ist fruchtbar noch aus dem das kroch”
"Il ventre che ha partorito questo è ancora fertile"

: :  Bertolt Brecht  : :



da: limaotto


Cy commence le livre du Roy Modus et de la royne Racio qui parle de deduis et de pestilence
(15th century)
Bibliothèque de l'Arsenal, 3080, detail of f. 48v.



Robert Lee Frost [1874 - 1936, poeta statunitense]





Henri Cartier-Bresson



Henri Cartier-Bresson - Coffin Shop, Mexico, 1934



ore 12:00 - venerdi: pesce!





ore 12:00 - venerdi: pesce!


Akira Kusaka Illustrator




P4ris





Steve Cutts





ore 10:00 - coffee break





'No' canadese a cani rifatti




L’agenzia americana Associated Press riporta la notizia della decisione del Canadian Kennel Club di far escludere dalle competizioni canine gli animali che sono stati “rifatti” attraverso la chirurgia estetica. Il imitato ricorso alla cosmesi convenzionale – lo smalto sulle unghie, per esempio – è invece tollerato. (Fonte)




Gilbert Rogers



Gilbert Rogers - Gassed. ‘In Arduis Fidelis’ (1919)

Bloodhound Gang - My Dad Says That's For Pussies





Bara mo! 

(lingua Sango, è la principale lingua parlata nella Repubblica Centrafricana)





"Mi inquieta che dentro di me ci sono io.
Preferivo qualcuno più affidabile."


: :  Cavez  : :


. . .




The Nightmare Before Christmas (1993)






good night skeletons & skulls! (Friedrich Nietzsche)




Una
donna
può
stringere
legami
di
amicizia
con
un
uomo;
ma
per
mantenerla,
è
forse
necessario
il
concorso
d’una
leggera
avversione
fisica

: :  Friedrich Nietzsche  : :


. . .



giovedì 29 settembre 2016

Stéphane Bienfait





Damien Hirst



Damien Hirst - Resurrection (1998-2003)
Glass, steel, aluminium and painted human skeleton
213,4 x 213,4 x 213,4 cm



Edgar Degas



Edgar Degas - Self-Portrait (1863)
Oil on cardboard - Private Collection



.





Alain Laboile





Tierno Beauregard





Mark Ryden



Mark Ryden - Apology (2007)



Fred Vargas




"Le dirò una cosa: 
non mi piacerebbe incontrare Dio per strada in piena notte."

: :  Fred Vargas, Parti in fretta e non tornare  : :


. . .



Un cucciolo dorme tra i soldati russi



WW2: un cucciolo dorme tra i soldati russi, 1945



Pierre Michault



Pierre Michault - Le Doctrinal rural and La danse aux aveugles (1466)
Bibliothèque nationale de France, Français 1654, detail of f. 171r



Karl Kraus [1874 - 1936, scrittore, giornalista, aforista, umorista, saggista, commediografo, poeta e autore satirico austriaco,





Zorita e il suo serpente



La stravagante Zorita e il suo serpente domestico (1930)

*



ore 12:00 - momento zen: Qian Shi






B4rcelona





Mark Samsonovich





ore 10:00 - coffee break





Palio delle Sassate: 1 morto e oltre 400 feriti.



Si è svolto in questi giorni, come ogni anno, il Palio delle Sassate di Chhindwara, Madhya Pradesh, India. Si tratta di una sorta di combattimento rituale tra gli abitanti di due villaggi, Pandhurna e Sawargaon, situati su due rive opposte del fiume Jam. Malgrado i tentativi delle autorità di “addolcire” la festa, distribuendo palle di gomma ai partecipanti nella speranza di sostituire i più autentici sassi, lo svolgimento è rimasto quello di sempre. I feriti sono stati oltre 400 con, in quest’edizione, un solo morto. Ne dà notizia l’agenzia indiana IANS. (Fonte)




Jan Frans DeBoever



Jan Frans DeBoever - L'ephemere ( ca.1921)
Oil on Panel Belgium - 12 x 20 Inches



Kiss - Detroit Rock City





Bona dia!

(lingua Sarda, lingua appartenente al gruppo romanzo delle lingue indoeuropee. Autonoma dai sistemi dialettali di area italica, gallica e ispanica viene classificata come idioma a sé stante. È parlata nell'isola e Regione Autonoma della Sardegna)





"Chiedo scusa per il mio umore instabile
...anzi scusa un cazzo."


: :  Bestia Incensurata@LiberaBestia


. . .








Il mostro della laguna nera (1954)






good night skeletons & skulls! (Roberto Gervaso)


Convento dei Cappuccini di Palermo


Chi
ha
carattere
rende
la
vita
difficile
agli
altri
non
meno
che
a
se
stesso

: :  Roberto Gervaso  : :


. . .



mercoledì 28 settembre 2016

Mike McDonnell